Giambattista Scidà

Già presidente del Tribunale dei Minori di Catania

  • PAGINE

  • Indice cronologico

  • Indice categorico

Al Consigliere Borraccetti

Posted by Giambattista Scidà su martedì 21 giugno 2011

Al Consigliere Borraccetti, del CSM

 

In data ancora recente è venuta all’esame del CSM la proposta della sua V Commissione, di nomina del dott. Giovanni Salvi all’Ufficio di Procuratore Aggiunto di Milano; il Consiglio ha deliberato (13 fav; 8 contro; 3 astenuti) il ritorno di quell’affare in Commissione, perché il dott. Salvi resti in campo, come candidato, oltre che al detto posto, a quello di Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Catania, in ordine al quale non sono state ancora formulate proposte. Tra i favorevoli, il Cons. Borraccetti, membro della Commissione V, il quale ha anticipato che in quella sede voterà per la nomina di Salvi a Catania: che è come dire non voterà per alcuno dei più anziani di Salvi, tra i quali è Gennaro.

Pochi giorni dopo, il 16 giugno, il plenum è tornato ad occuparsi di Catania: non per l’Ufficio di Procuratore, ma per la proposta formulata da altra Commissione, la I, di archiviazione del fascicolo stato aperto per valutare se il dott. Gennaro, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale etneo, versasse in situazione di incompatibilità con la detta funzione. L’accertamento era stato determinato da una fotografia, ritraente il magistrato e altri due uomini, e da una lettera, con sottoscrizioni, a macchina, di persone inesistenti, la quale indicava in uno di quei due Rizzo Carmelo, morto di morte violenta per mano di altri affiliati al clan Laudani. Non è noto il tenore della contestazione; non è noto il testo della proposta, che il Consiglio ha emendato, non si sa in quali termini. Noto è invece, dalla registrazione di Radio Radicale, l’andamento della discussione, alla quale ha partecipato il Consigliere Borraccetti, enunciando giudizi altamente favorevoli al dott. Gennaro, e formulandone altri, di riprovazione, per le campagne sostanzialmente denigratorie delle quali nel corso di questi anni il magistrato è stato oggetto. Gli apprezzamenti riguardanti il magistrato Gennaro paiono implicare che il dott. Borraccetti ha superato la negativa presa di posizione a sua volta implicita nel precedente preannuncio di voto per Salvi, meno anziano di ben dieci anni; così come il giudizio su quanto di critico è stato scritto negli ultimi tempi nei confronti del dott. Gennaro sembra colpire, oltre che l’anonimo, certamente spregevole per il fatto stesso di essere tale, tutte le esposizioni, anche di padre noto, che al dott. Gennaro non sono state favorevoli: dall’articolo, dunque, di Travaglio e Giustolisi su MICROMEGA (n°3/96), valutato come ineccepibile in sede giudiziaria (sentenza 10 febbraio 2011 del Tribunale di Roma, Giudice Terranova), al mio Per capire il caso Catania, del dicembre 2010, nessuno dei cui paragrafi è stato oggetto di un qualche conato di confutazione, e alle critiche per il Consiglio Giudiziario, neanche provatosi a prenderne in effettivo esame qualcuno, sino alla recentissima mia lettera al Consigliere Sciacca.

Se questi sono i convincimenti ultimi del Consigliere Borraccetti, allora ci aspettiamo da lui oltre che un voto conforme, quando toccherà alla Commissione V di far proposte, per Catania, anche l’uso della facoltà che gli appartiene di attivarsi per un voto a tutela del denigrato dott. Gennaro: per un voto che suoni replica solenne, a distanza di dieci anni, di quello nel quale il Consiglio si impegnò, il 20 marzo dell’anno 2001, giornata senza pari in tutta la storia del CSM, dal tempo della sua istituzione sino a ieri. Non gli sarà necessario, per questo, che egli conosca i fatti; basterà che voglia farli cessare: non più articoli come quello di Travaglio e Giustolisi; non più sfortuna, per le querele di Gennaro, non più scritti come i miei.

Animo, Consigliere Borraccetti!

 

 

21/6/2011

 

 Giambattista Scidà

Annunci

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: